“Ricetta Elettronica: Focus sui Mangimi Medicati” – Seminario Assalzoo

Presso la sede della Regione Emilia-Romagna, che ha patrocinato l’evento, Assalzoo lo scorso 11 maggio ha organizzato il seminario in collaborazione con il Centro di Referenza per la Sorveglianza ed il Controllo degli Alimenti per Animali (C.Re.A.A.) sulla ricetta veterinaria elettronica, che  a partire dal prossimo 1° settembre sarà obbligatoria sia per i mangimi medicati che per i farmaci veterinari.

Ha aperto il seminario la D.ssa Loredana Candela (Ministero della Salute), che ha illustrato il sistema informatizzato di tracciabilità lungo tutta la filiera del medicinale veterinario (compresa la ricetta elettronica) attraverso il quale è possibile digitalizzare la gestione dei medicinali veterinari (Tracciavet, codice univoco per confezione di medicinale e attori/siti coinvolti nel processo).  Il format della ricetta elettronica è ormai consolidato per i farmaci destinati agli animali da reddito e per i pet, mentre è in corso di perfezionamento per i mangimi medicati. Verrà pubblicato a breve un decreto, un disciplinare tecnico ed un manuale operativo.

A seguire il Dr.Marco Secone (Istituto Zooprofilattico Sperimentale Abruzzo e Molise) ha chiarito numerosi aspetti tecnici e pratici: le modalità operative dall’emissione della ricetta utilizzando un normale pc connesso ad Internet o una periferica mobile (tablet o smartphone), le tipologie di ricette (scorta propria, scorta impianto, prescrizione veterinaria e prescrizione veterinaria per pet) fino alla dematerializzazione totale della ricetta cartacea (disponibilità immediata on line e reperibilità tramite numero e PIN o codice aziendale dell’allevamento).

Per la Regione Emilia-Romagna, è intervenuto il Dr. Giuseppe Diegoli che ha riferito in merito al calendario della formazione sulla ricetta. Dallo scorso gennaio, nella Regione, la formazione è stata rivolta ai Veterinari pubblici e liberi professionisti per specie animali o filiere ed agli Ordini e Servizi Veterinari delle ASL.

Una panoramica delle azioni implementate a partire da settembre 2015 e di cosa invece ancora necessita di essere attuato nell’immediato futuro in Regione Lombardia è stata presentata dal Dr. Carlo Rusconi. Attualmente sono inseriti nel sistema 150 veterinari, 707 allevamenti con scorta e 337 allevamenti senza scorta e si è arrivati a 5774 ricette elettroniche nei primi quattro mesi del 2018. L’obiettivo è dare piena operatività al sistema entro la deadline prevista per il 1°settembre 2018.

La D.ssa Lea Pallaroni (Assalzoo) ha riportato ciò che le aziende mangimistiche hanno imparato nella fase pilota della sperimentazione. La fase sperimentale della ricetta elettronica per i mangimi medicati è iniziata recentemente in due mangimifici ed il format della ricetta è ancora in fase di definizione. I mangimifici devono essere accreditati e vengono assegnate le credenziali della persona responsabile della trasmissione dei dati. Sono già emerse difficoltà pratiche (ad es. reperibilità della premiscela per alimenti medicamentosi prescritta nella ricetta; chiusura di un ordine se consegnato un quantitativo di mangime medicato inferiore al riportato nella prescrizione). Specifici timori del settore sono riferiti alla completezza della Banca Dati, all’aggiornamento del Prontuario ed alla capacità di gestione del sistema in piena funzionalità.

E’ poi intervenuta la D.ssa Chiara Corbo (Osservatorio Smart AgriFood – Politecnico di Milano) che ha illustrato i vantaggi della ricetta veterinaria elettronica per l’intero sistema coinvolto, al fine di garantire maggiore sostenibilità alla filiera: risparmio di tempo per il veterinario e per l’allevatore nella compilazione dei registri e nei controlli in azienda; abbattimento dei costi dei materiali; controllo efficace dell’utilizzo dei farmaci; riduzione dello stress da rischio di errori e sanzioni.  Riguardo i costi, l’indagine svolta in Lombardia ha calcolato un risparmio di € 18,3 Mln €/anno (50% a favore dell’allevatore, 29% per il veterinario, 17% per i grossisti/farmacie e 4% per le ASL).

“La ricetta elettronica veterinaria è un’opportunità al contrasto dell’AMR” ha affermato la D.ssa Raffaella Barbero (Istituto Zooprofilattico Sperimentale Piemonte Liguria e Valle d’Aosta – Coordinatore GdL Farmaco FNOVI), che ha parlato dei nuovi Regolamenti sui medicinali veterinari e sui mangimi medicati e dell’introduzione delle nuove disposizioni specifiche sull’uso corretto degli antimicrobici negli animali.

La D.ssa Laura Contu (Ministero della Salute) ha illustrato lo stato dell’arte della nuova legislazione sui mangimi medicati. Nello specifico, è previsto il bando dell’uso preventivo dei mangimi medicati con antibiotici per animali da reddito, il superamento dell’approccio di “tolleranza zero” nei confronti del carry-over inevitabile, la diminuzione del rischio di antimicrobicoresistenza derivante dalla somministrazione di residui e di livelli subterapeutici di antimicrobici agli animali, il miglioramento della salute degli animali mediante il dosaggio preciso dei farmaci per uso orale. Al momento la bozza di Regolamento è in fase di discussione fra Commissione europea, Parlamento europeo e Consiglio europeo (trilogo). Il punto di maggiore discussione è la definizione dei livelli di carry-over, in attesa che l’EFSA esprima un proprio parere per stabilire livelli definitivi.

Infine la D.ssa Daniela Marchis (Istituto Zooprofilattico Sperimentale Piemonte Liguria e Valle d’Aosta) ha presentato un progetto di ricerca sul ruolo degli allevamenti intensivi suini nello sviluppo dei fenomeni di antimicrobicoresistenza nell’uomo. I risultati hanno evidenziato che, su 641 ceppi isolati, oltre il 40% è risultato resistente a 8-9 molecole diverse e nessuna colonia di batteri è risultata sensibile a tutti gli antibiotici testati.

Presentazioni

Candela_Tracciabilità e ricetta elettronica

Contu Nuovo Reg Mangimi Medicati

Corbo Impatti

Diegoli Formazione

Pallaroni Fase pilota

Rusconi Ricetta Elettronica

Secone La Ricetta Veterinaria Elettronica