Uso Prudente degli Antimicrobici: la DG SANTE in Italia

Assalzoo ha partecipato alla riunione organizzata dal Ministero della Salute il 27 settembre per la preparazione della visita della DG SANTE all’Italia, in programma per la settimana 8-16 Novembre. Si tratta di visite già condotte in altri Stati Membri, che hanno lo scopo di raccogliere informazioni e valutare l’implementazione sul territorio delle indicazioni per combattere l’AMR attraverso l’Uso prudente degli Antimicrobici dettate dalla Commissione nel 2015 ed identificare eventuali Buone Pratiche applicate da trasferire agli altri Stati Membri, in una ottica di One Health.

Si tratta di una Fact-Finding Mission, non un Audit, quindi non verranno date Raccomandazioni, ma verrà stilato un Report. Saranno esaminati gli aspetti normativi relativi ai medicinali veterinari e  ai mangimi medicati, l’implementazione delle raccomandazioni esistenti e di linee guida sull’uso prudente degli antibiotici ed i progressi fatti in questi anni.

Il programma prevede incontri istituzionali con le Autorità competenti centrali e periferiche del Ministero della Salute, delle Politiche Agricole e dell’Ambiente e con gli i Portatori di Interesse che hanno responsabilità nella lotta all’AMR, nonché visite guidate presso un Rivenditore di medicinali veterinari all’ingrosso ed al dettaglio, Allevamenti di Bovine da latte, Vitelli, Suini e Polli, una Clinica per animali da compagnia ed un Mangimificio.

Nella giornata del 9 Novembre gli Stakeholders (ASSALZOO, AISA, FNOVI, ANMVI, SIVAR, ASCOFARVE, UNAITALIA, AIA, COLDIRETTI, FOFI, FEDERFARMA) presenteranno ai 4 Commissari le attività svolte in passato e quelle in corso o in progetto nel prossimo futuro per aumentare la consapevolezza della resistenza antimicrobica e incoraggiare l’uso prudente degli antimicrobici sia negli animali da reddito che negli animali da compagnia.

In particolare ad Assalzoo è stato chiesto di parlare di:

  • Programma di Formazione/Informazione;
  • Iniziative per sviluppare alternative all’uso degli antibiotici (uso di probiotici, prebiotici, enzimi, acidi organici, etc…);
  • Piani per ridurre la Cross-contamination nella produzione;
  • Eventuali accenni al monitoraggio del consumo di Zinco e Colistina nei mangimi completi.