14 giugno 2018

Assalzoo: Marcello Veronesi eletto nuovo Presidente

Roma, 14 giu – È stato eletto ieri, nel corso dell’Assemblea annuale, il nuovo Presidente Assalzoo (Associazione Nazionale tra i Produttori di Alimenti Zootecnici): Marcello Veronesi.

Veronese, cinquantenne, sposato e padre di tre figli. Laureato in Economia, è stato dal 2002 al 2014 Responsabile vendite Europa nel settore salumi per il prestigioso marchio Negroni. Dal 2017 è Vicepresidente di Veronesi Holding, cui fa capo anche l’attività di produzione mangimi. L’essere manager e imprenditore, l’abitudine al confronto con i mercati internazionali e la profonda conoscenza del modello integrato di produzione agroalimentare, “dalla fattoria alla tavola”, sono le caratteristiche della figura di Veronesi alla base della scelta degli associati Assalzoo nella consapevolezza delle complesse sfide, nazionali e internazionali, che la mangimistica italiana sarà chiamata ad affrontare negli anni a venire.

“La scelta di Marcello Veronesi – commenta il presidente uscente Alberto Allodi – è la conferma più evidente di un settore e di un’associazione in salute. È stato per me un onore guidare durante questi sei anni la mangimistica italiana. I momenti di difficolta e quelli di favore sono stati affrontati sempre allo stesso modo: con lavoro serio e impegno costante. La strada davanti ad Assalzoo è ricca di appuntamenti decisivi. E la guida di Marcello Veronesi è una garanzia nell’affrontare questa strada con spirito pragmatico e capacità di visione. Gli auguro un buon lavoro”.

“Sono molto onorato – sono le prime parole del neoeletto Veronesi – del ruolo che i miei colleghi associati hanno deciso di assegnarmi. È un compito prestigioso rappresentare il settore mangimistico nazionale e posso promettere da subito che la mia dedizione e il mio impegno saranno massimi. Ringrazio il presidente Allodi che mi ha preceduto nella carica. Sono consapevole delle sfide che mi attendono e attendono l’Assalzoo. Sostenibilità, sicurezza e qualità saranno i concetti chiave intorno ai quali solidificheremo la prossima stagione dell’industria dei mangimi, in dialogo aperto con le istituzioni, il mondo scientifico e l’intero mondo dell’agroalimentare”.